skip to Main Content

IL TAR LAZIO FA IL PUNTO SUGLI OBBLIGHI DICHIARATIVI A CARICO DELL’OPERATORE ECONOMICO

Il commento a cura degli Avv.ti Giuseppe Imbergamo e Patrizio Giordano Con la sentenza n. 7742 del 6.7.2020, il T.A.R. Lazio, sede di Roma, Sez. II, è ritornato sulla questione relativa agli obblighi dichiarativi in merito ad una fattispecie potenzialmente…

LEGGI DI PIÙ

SUBAPPALTO NECESSARIO E FRAZIONABILITÀ DEL REQUISITO MANCANTE: IL CONSIGLIO DI STATO RIMETTE LA QUESTIONE ALLA CORTE DI GIUSTIZIA

Il commento a cura dell'Avv. Giuseppe Imbergamo e della Dott.ssa Chiara Pisano Con ordinanza n. 3702 del 10 giugno 2020, il Consiglio di Stato ha sospeso il giudizio e rimesso alla Corte di Giustizia UE una questione interpretativa di grande…

LEGGI DI PIÙ

IL TAR LAZIO SI ESPRIME SULLA SUSSISTENZA DEL LIMITE TEMPORALE TRIENNALE AI FINI DELLA RILEVANZA DELL’ILLECITO PROFESSIONALE

Con la sentenza n. 4917 dell’11.5.2020, il T.A.R. Lazio, sede di Roma, Sez. II-ter,  ha ribadito il proprio orientamento in merito alla rilevanza delle fattispecie astrattamente configurabili quali gravi illeciti professionali ex art. 80 comma 5 lettera c) del D.Lgs. n. 50/2016, ritenendoli soggetti al limite triennale decorrente dalla data del suo accertamento definitivo.
LEGGI DI PIÙ

LA CULTURA DEL PAGAMENTI RAPIDI NELLA PA: LA CORTE COSTITUZIONALE SULLA LEGITTIMITÀ DELLE NORME IN MATERIA

Gli enti del Servizio Sanitario Nazionale che pagano in ritardo i fornitori hanno l’obbligo di prevedere, nei contratti dei direttori generali e amministrativi, uno specifico obiettivo che condizioni almeno il 30 per cento dell’indennità di risultato al rispetto dei tempi di pagamento previsti per legge.
LEGGI DI PIÙ
Back To Top
×Close search
Cerca