skip to Main Content

Incentivi alle imprese. Nuove disposizioni del MiSe sul “Fondo Intelligenza Artificiale, Blockchain e Internet-of-Things”.

Mise Bando Blockchain. Incentivi alle imprese. Nuove disposizioni del MiSe sul “Fondo Intelligenza Artificiale, Blockchain e Internet-of-Things”.

Avv. Alessio Cicchinelli, Avv. Luca D’Agostino

Nella Gazzetta Ufficiale dello scorso 14 luglio è stato pubblicato l’atteso decreto del Mise diretto a individuare le modalità per la concessione e l’erogazione delle agevolazioni in favore di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione funzionali allo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di Intelligenza Artificiale, Blockchain e Internet-of-Things, anche mediante il paradigma del metaverso. Mise Bando Blockchain

Settori Strategici del Bando Mise Bando Blockchain

Il provvedimento individua molti settori strategici prioritari per l’erogazione dei fondi tra cui l’industria e il manifatturiero, l’agroalimentare, la salute, la cultura e il turismo, la sicurezza e le tecnologie dell’informazione.

Le risorse per Blockchain, IA e IoT Mise Bando Blockchain

Le risorse complessivamente disponibili ammontano a Euro 25 milioni per progetti volti a favorire lo sviluppo dell’intelligenza artificiale; 10 milioni di euro per progetti volti a favorire lo sviluppo della tecnologia Blockchain; 10 milioni di euro per progetti di sviluppo delle tecnologie Internet of things (IoT).

Progetti ammissibili al fondo

Per essere ammessi al finanziamento, i progetti imprenditoriali devono prevedere la realizzazione di attività di “ricerca industriale”, “sviluppo sperimentale”, “innovazione dell’organizzazione” o “innovazione di processo”, finalizzate al sostegno e allo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni nei predetti ambiti. 

Il progetto deve prevedere spese e costi ammissibili non inferiori a euro 500.000,00 e non superiori a euro 2.000.000,00, e avere una durata non inferiore a 24 mesi e non superiore a 30 mesi, decorrenti dalla data di avvio. Sono considerate spese ammissibili quelle per l’assunzione di personale (ricercatori, tecnici e altro), i costi relativi a strumentazione e attrezzature, i costi per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza, nonché le spese generali supplementari e altri costi di esercizio, compresi i costi dei materiali, delle forniture.

Sono ammissibili al finanziamento gli imprenditori che esercitano un’attività industriale diretta alla produzione di beni o di servizi o attività ad essa ausiliarie, e i centri di ricerca.

Modalità di presentazione della domanda 

Per ottenere l’agevolazione gli interessanti dovranno presentare – esclusivamente per via telematica – una domanda redatta secondo lo schema allegato al decreto a partire dal 21 settembre 2022.

Conclusioni

Le erogazioni del Fondo rappresentano una opportunità estremamente rilevante per imprese e le start-up che mirano alla transizione digitale. A tal fine gli operatori sono chiamati a predisporre con attenzione la documentazione progettuale per far sì che la domanda possa superare il vaglio preliminare di ammissibilità e ottenere una valutazione adeguata da parte di Infratel e del Ministero.

Mise Blockchain Bando
Mise Blockchain Bando

“mise blockchain made in italy”
“mise blockchain tessile”
“bando mise blockchain”
“task force mise blockchain”
“gruppo esperti mise blockchain”
“strategia blockchain mise”
“mise bando blockchain”

Back To Top
Cerca