LIMITI AL SUBAPPALTO: ILLEGITTIMO PER LA CORTE UE L’ART.105 DEL CODICE DEI CONTRATTI

E’ contraria alla normativa europea una normativa nazionale, in particola quella italiana, che limita al 30% la parte dell’appalto che l’offerente è autorizzato a subappaltare a terzi. E' quanto stabilito - o meglio, confermato - dalla Corte di Giustizia UE nella sentenza C-63/18 del 26 settembre 2019, l'ultimo dei provvedimenti - in ordine di tempo - con cui l'Europa stigmatizza il mancato rispetto da parte del nostro Paese delle regole comunitarie poste a tutela della concorrenza.
Leggi tutto

Il Decreto Sblocca-Cantieri è diventato legge

Con la legge n.55 del 14 giugno 2019 è stato convertito in legge, con modificazioni, il D.L. 18 aprile 2019, n. 32, recante "Disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l'accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici" (c.d. Sblocca-cantieri), che si poneva come obiettivo quella della semplificazione e razionalizzazione degli affidamenti, come volano per la ripresa del segmento strategico dell’edilizia e delle infrastrutture, motori storici dello sviluppo economico del Paese.
Leggi tutto

LO SBLOCCA CANTIERI PUBBLICATO IN G.U. : TUTTE LE MODIFICHE AL CODICE APPALTI

A distanza di un mese dall'approvazione del testo, e di tre anni esatti dall'adozione del D.Lgs. 50/2016, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 92 del 18 aprile 2019 il c.d. Sblocca-Cantieri (Decreto-Legge n. 32/2019 recante "Disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l'accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici").
Leggi tutto

LA REVISIONE DEL CODICE APPALTI NEL DISEGNO DI LEGGE DELEGA: ALCUNE RIFLESSIONI SUI POSSIBILI SCENARI

Lo scorso 28 febbraio il Consiglio dei Ministri ha approvato il disegno di legge delega che incarica il Governo di adottare uno o più decreti legislativi per il per la razionalizzazione, il riordino, il coordinamento e l’integrazione della normativa in materia di contratti pubblici, nella necessità di superare le attuali criticità e problematiche operative, nonché di uniformarsi alle prescrizioni dell’UE, adeguando la disciplina interna alle Direttive 23, 24 e 25 del 2014.
Leggi tutto

LA COMMISSIONE EUROPEA AVVIA LA PROCEDURA DI INFRAZIONE PER L’ITALIA IN RELAZIONE AD ALCUNI ISTITUTI DEL D.LGS. N. 50/2016.

Con lettera del 24 gennaio 2019, avente ad oggetto “Costituzione in mora – Infrazione n. 2018/2273”, la Commissione Europea ha formalmente invitato lo Stato italiano a formulare osservazioni circa la mancata conformità del quadro giuridico italiano alle direttive del 2014 in materia di contratti pubblici.
Leggi tutto