PROCEDURE SELETTIVE PUBBLICHE E ALGORITMI: LE INDICAZIONI DEL TAR EMILIA ROMAGNA IN TEMA DI CALCOLO DELLE SOGLIE DI ANOMALIA

Nella recente sentenza n.765, resa dal T.A.R. Emilia Romagna, sede di Bologna, Sezione I, lo scorso 8.10.19, è stato dichiarato infondato il ricorso promosso avverso un provvedimento di aggiudicazione di una gara svolta con modalità esclusivamente telematiche, il cui algoritmo utilizzato per calcolare la soglia di anomalia delle offerte era stato modificato dalla Stazione appaltante in corso di gara.
Leggi tutto

POTERE SANZIONATORIO DELL’ANAC E RISERVA DI VALUTAZIONE IN CAPO ALLA STAZIONE APPALTANTE NEL CASO DI CARENZA INFORMATIVA DELL’OPERATORE ECONOMICO

La pronuncia in commento* riguarda il caso di un’impresa subappaltatrice che, nel corso di una procedura di gara, aveva omesso di dichiarare la presenza di carichi pendenti nei confronti di soggetti contemplati dall’art. 80, co. 3, D.Lgs. n. 50/16.
Leggi tutto

ANAC: sospensione annotazione delle notizie utili non costituenti false dichiarazioni

Come già segnalato in precedenti news, il T.A.R. Lazio, sede di Roma*, ha chiarito che la mera valenza di pubblicità notizia delle circostanze annotate come utili sul casellario degli operatori economici tenuto dall’ANAC e il fatto che le stesse non impediscano, in via automatica, la partecipazione alle gare, non esonera l’Autorità da una valutazione in ordine all’interesse alla conoscenza di dette vicende, la cui emersione deve avvenire in forza di un processo motivazionale che, per quanto sintetico, non può ridursi ad una assertiva affermazione di conferenza della notizia.
Leggi tutto

ACCESSO AGLI ATTI DELLA PA, DIRITTO ALLA RISERVATEZZA ED OBBLIGHI DI TRASPARENZA: IL NECESSARIO BILANCIAMENTO DI INTERESSI SECONDO LA CORTE COSTITUZIONALE

Con la Sentenza 21 febbraio 2019, n.20, la Corte Costituzionale si è pronunciata in merito alla questione di legittimità costituzionale dell’art. 14, commi 1-bis e 1-ter, D.Lgs. n. 33/13 (come introdotti dall’art. 13, comma 1, lett. c), D.Lgs. n. 97/16),…

Leggi tutto

L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE NELLA VALUTAZIONE AMMINISTRATIVA, TRA AUTOMAZIONE E OBBLIGO DI MOTIVAZIONE. PRIMI SPUNTI GIURISPRUDENZIALI

L’informatizzazione della valutazione amministrativa sembra un processo ormai inarrestabile. Successivamente alla fase di passaggio dalla “carta” al “digitale”, la prossima sfida che il diritto amministrativo si trova ad affrontare è quello della “decisione robotica”[1], quale provvedimento amministrativo assunto mediante algoritmi…

Leggi tutto

ALLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA L’ANNOSA QUESTIONE CIRCA L’ESAME CONGIUNTO DEL RICORSO PRINCIPALE E INCIDENTALE ESCLUDENTE IN CASO DI GARA CON PIÙ DI DUE CONCORRENTI

Con l’ordinanza n. 6/18, l’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato interroga la Corte di Giustizia dell’Unione Europea sul se l’art. 1, par. 1, comma 3, e par. 3 della direttiva 89/665/CEE possa essere interpretato nel senso di consentire al Giudice…

Leggi tutto